expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

domenica 8 marzo 2015

E riddaje..

Eccoci qui sempre più pretenziose, offese, confuse, arrabbiate, serie e disincantate a parlare dell'ennesima giornata che sarebbe meglio cancellare dal calendario oppure rendere facoltativo ricordare.
Facciamoci pace: gli auguri ce li facciamo sempre e solo tra donne. Una volta i nostri uomini capivano che giorno era per i venditori ambulanti di mimose ai semafori, che dai prezzi facevano venire loro il dubbio che le mimose fossero in realtà delle spille con riproduzioni fedelissime in oro e smalto.
"Loro", i maschi, ormai hanno capito che non sappiamo se vogliamo un mazzo di mimose, un cubano in perizoma o il silenzio commemorativo.
Anche perché capita che noi si cambi idea un anno con l'altro: memori dell'anno prima si presentano orgogliosi con un mazzo di mimose e ci trovano vestite da suffragette pronte a scendere in piazza.
Quindi cosa fanno? Si astengono, come fa qualsiasi essere vivente dotato di un filo di saggezza.
Auguri a tutte.