expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

domenica 31 agosto 2014

Cose da fare prima che finisca l'estate

Ci siamo. Ogni volta 'che domani vado in ufficio' dopo le vacanze estive penso a quanto le ho attese, organizzate, idealizzate.
E immancabilmente finiscono prima che io inizi anche solo una delle cose che avevo mentalmente programmato.
Quest'anno niente rimpianti però.
Ho pensato che mi sarei messa a dieta e non l'ho fatto, che avrei camminato ogni giorno e l'ho fatto, ho usato la macchina solo se strettamente necessario.
Uno pari.
Che avrei letto almeno un libro, ho iniziato ieri il terzo.
Due a uno.
In fondo la vera felicità non sta nel raggiungere gli obiettivi prefissati, ma nel sentirsi liberi di dire a se stessi 'ho cambiato idea, non mi va più'.
Idem per i propositi di settembre, tutti a dire che è un inizio che è il vero primo dell'anno.. stupidaggini.
Settembre è il post estate in cui è bello sedersi a ripensare al colore del tramonto alle 21 che ero troppo presa tra docce doposole e cena per fermarmi ad ammirare. Settembre è il momento in cui ci si concedono ancora i ritmi estivi, la colazione lenta con la testa inclinata da un lato a guardare il cielo, masticando piano una fetta di pane imburrato.
Burro, si.
Non mi si venga a dire che a settembre ci si mette a dieta.
Ancora? Ci si mette già dopo Natale, in primavera, per la prova costume, al mare.. anche a settembre no dai!
Quindi se c'è un consiglio che mi sento di dare è, prima che finisca l'estate, godetevela!
I piani, i programmi, le previsioni..lasciamoli a riempire le prime giornate grigie.
Domani si rientra al lavoro quindi..andiamoci piano e prendiamoci il tempo di riabituarci ai ritmi regolari, alle scarpe chiuse, al parcheggio, al caffè della macchinetta.. non c'è motivo di aggiungere altro stress, o sbaglio?