expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

mercoledì 22 gennaio 2014

Polpette orientali

Avevo in casa della carne trita, e sono partita dall'idea di fare le polpette con le verdure cotte per contorno: cavolo verza, zucchine, carote e cipolle stufate.
Le polpette sono attraenti per i bambini, ma sicuramente -ho pensato- non ci sarà modo di far mangiare a Riccardo le verdure cotte.
Così ho prima sminuzzato tutte le verdure in pezzetti piccoli, le ho messe in una padella e le ho fatte un po' saltare con un filo d'olio e sale.
Poi ho aggiunto la carne trita (l'avevo di manzo, ma l'ho vista di pollo e sarà la prossima cosa che acquisto) e ho fatto cuocere tutto per bene, prima con il coperchio e poi senza, perchè il composto asciugasse un po'.
Due uova sbattute, un po' di pepe e sale, il pan grattato.
Quando il composto si è raffreddato ho mischiato il tutto e ho fatto delle palle poco più grandi di una noce.
Se il composto è troppo umido e non resta insieme, basta aggiungere il pan grattato, fino a che non si riesce a maneggiare.
Ho impanato le polpette e le ho messe in forno sulla carta oleata.
Quindici minuti a 180-200°C e ho sfornato.
Riccardo le ha mangiate con gusto aggiungendo un po' di maionese.
Io e il suo papà le abbiamo apprezzate con la salsa cinese piccante (lui) e con la salsa di soja (io).
Questo piatto ricorda molto il ripieno dei ravioli di carne alla piastra, ma soprattutto quello degli involtini primavera, che personalmente adoro.
Sono ottime se servite con germogli di soja sbollentati in acqua e aceto e serviti tiepidi con striscioline di pollo e salsa di soja.