expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

lunedì 29 settembre 2014

Let There Be Rock ha stra-vinto la Red Bull Soapbox Race!

Torino, 28 settembre 2014. Sono circa le 17.00 il sole non è caldissimo e questo ci permette di arrivare a quest'ora ancora in forze, le prime macchine sono scese dalle 14.00 e la nostra Rosie, che porta il numero 50, solcherà l'asfalto torinese tra pochi minuti.
La giornata è iniziata presto: sveglia, gestione del poppante, partenza insieme ai nonni per quel di Torino.
Piazza Crimea è chiusa al traffico e l'odore di paglia delle protezioni a lato pista ci riempie le narici. Cerchiamo e troviamo un posto vicino all'arrivo, iniziamo la nostra risalita a piedi verso il luogo 'dove tutto avrà inizio'.
Arrivati in cima ecco la sfilata di concorrenti: panini farciti, lumache dal cartoon Turbo, forni con all'interno polli arrosto con patate, formula uno fatte di Lego, Pinocchio, personaggi di Cattivissimo Me e poi.. poi li sento gli AC/DC che graffiano l'aria ed eccola li.
Protetta da due torri di Marshall a farle da bodyguard, bella come il sole, Rosie sembra mettersi in mostra e godersi in silenzio i complimenti di tutti.
Davanti a Rosie, un disinibito e trionfale Angus Young in cui riconosco il mitico amico Matteo, che corro ad abbracciare forte. Poi Jimi-Gianluca-Hendrix mi sorride e mentre ammiro il travestimento di Axl-Carlo-Rose corro a baciare il 'mio' consorte: Jim Morrison!
Le quattro 'rockstar per un giorno' si divertono a posare davanti alla loro creatura: telaio in legno di abete e alluminio, costruita con tre Diavoletto Gibson SG, il posteriore costituito dalla riproduzione di un amplificatore Marshall (perfettamente funzionante!) e l'immancabile coda a punta.
Fanno foto con amici e bimbi in visita all'evento, sfoggiano sorrisi divertiti e spensierati, ignari di doverli esibire qualche ora dopo, reggendo il trofeo Red Bull Soapbox Race, sul podio!
Il team Let There Be Rock trionfa senza pari, secondo un giudizio basato su tre varianti: la coreografia iniziale (un liscio accennato da Morrison travestito da Cesira che balla con Hendrix, davanti a un muro di amplificatori abbattuto da Axl Rose che entra sulle note di Shoot To Thrill con Angus che irrompe e sul finale spara a tutti con la sua chitarra) il tempo di discesa (50 secondi) e la creatività nella concezione e progettazione della macchina (e qui non c'era storia per nessuno).
Ma la notizia non è arrivata senza farci sudare.. secondi nella classifica parziale dietro a un pollo arrosto molto (troppo, posso dirlo?) ben organizzato (per non dire supportato, spinto, brandizzato..) abbiamo temuto la retrocessione a causa di alcuni concorrenti che, dopo la nostra gara, si sono distinti per l'esibizione o per velocità superiore.
Sentiamo quindi il terzo posto (Cappuccetto Rotto), il secondo (Pollocar, appunto) e iniziamo a non crederci più. Poi però Omar Fantini svela qual'è il terzo criterio di valutazione, ed a quel punto ho pensato 'è nostro, sulla creatività e realizzazione non ci batte nessuno'.
Dopo un 'Torino voglio il terremotooooooo, vince la Red Bull Soapbox Race edizione 2014..' e poi scandita 'LET-THERE-BE-ROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOCK!' perdo irrimediabilmente le corde vocali, mi giro verso il team (chi aveva figli, se li è messi in spalla per far guardare da lontano la premiazione) e vedo che avanzano scavalcando transenne e balle di fieno, Jim Morrison si strappa i pantaloni di pelle saltando sul podio con Ricky in spalla che urla come in preda a un esorcismo, i ragazzi esultano, urlano, si abbracciano, inizia a scorrere lo champagne che ci lava tutti, tifosi e famiglie, ben contenti della doccia alcolica.
E' successo, Rosie li ha portati nell'Olimpo senza farsi nemmeno un graffio.
Domenica prossima sarà insieme al suo team e al genio che l'ha concepita, nonno Giordano, a festeggiare in giro per una festa di paese, quindi se qualcuno volesse vederla, la festa è a Dresano (MI).
Una delle prossime domeniche, su Italia Uno nel pomeriggio (ma prometto di far girare data e ora appena lo so) la gara, il back stage e il post-podio verranno trasmessi in televisione.
Grazie per tutte queste emozioni Rosie.
Grazie Carlo, Gianluca, Matteo e Mauro. Meritevolissimi e meravigliosi.