expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

sabato 5 aprile 2014

Cenare sul divano

Con una serata libera (della serie: quando mi ricapita?) è tassativamente vietato porsi troppi limiti.
No, niente comportamenti illeciti, sono una mamma!
Tanto per cominciare niente tavola apparecchiata. Niente portate pre-definite ma un menù all'insegna del "mi cucino quel che mi gira".
Pane cunzato, ricordando una bellissima vacanza in Calabria.
Cunzato a modo mio però.
Il pane meglio se non freschissimo, un paio di giorni di 'invecchiamento' sono perfetti.
Si taglia a metà e si priva della mollica.
Si mette in una padella antiaderente un filo di olio extravergine d'oliva e uno spicchio d'aglio schiacciato. Quando l'olio è ben caldo si toglie l'aglio e si appoggiano le due metà del pane.
Intanto che si abbrustolisce a fuoco lento si prepara la cunzatura. Io ho messo pomodoro, olive nere piccanti e sale nero.
Si può fare con tonno e pomodoro oppure con pasta d'acciughe brie e basilico..o quello che si preferisce.
Va consumato tiepido, sul divano con la bibita che si ama di più. Io stasera mi bevo una cola.