expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

giovedì 10 aprile 2014

Fascia porta-bebè. Oggi la provo

Mi è rimasta in 'eredità' da un'amica olandese che, appena ha saputo della mia attesa, ha iniziato a lasciarmi nell'armadietto di Ricky alla materna una serie di cose utilissime: cd per ginnastica premaman, il marsupio e la fascia elastica porta-bebè.
La fascia non l'ho mai usata ma con questo meraviglioso sole che ci bacia dall'alto.. oggi è il giorno ideale per fare un giro con il piccolo 'addosso'.
Prima di donarmela, la mia amica mi ha fatto un breve training su come funziona e sui vari passaggi per rendere l'alloggio del piccolo sicuro e confortevole, ma non ricordo esattamente, quindi ho trovato le istruzioni in rete.
Ci sono opinioni diverse sull'uso di marsupi e fasce porta-bebè, si parla di sicurezza e di casistica, ma credo che i vari incidenti siano da addebitare all'uso sbagliato di questi acessori.
Il marsupio ad esempio ha due doppie chiusure di sicurezza ed è praticamente impossibile che si aprano. Il marsupio è comodo, ma non si indossa 'semplicemente': va tarato nelle lunghezze, va stretto e chiuso con calma. Certo, per fare veloce qualcuno potrebbe pensare di usare solo un paio di chiusure, o magari, visto che si hanno le mani libere, di compiere azioni come se il bambino non ci fosse.
Il bambino c'è, quindi non si corre, non si portano carichi che occupino le mani o che sbilancino, si sta attenti ad alzarsi e abbassarsi, ad aprire e chiudere porte, portiere e ante.
Quindi più che una questione di 'sentirsela' di usare questi accessori, è una questione di mantenere altissima l'attenzione e ricordare che davanti a se si porta qualcuno che oltre al peso ha un volume.
(Grazie Jet, xoxoxo)